"Progetto Falco" l'ultimo arrivato in casa Mistral

Tagged under 2019, Attrezzature

I tempi passano, ma le emergenze no!

Nonostante gli sforzi di miglioramento delle attività di Previsione e Prevenzione dell’intero Sistema Nazionale di Protezione Civile, le emergenze continuano a verificarsi anche a causa del cambiamento climatico in atto. La nostra Associazione è quindi continuamente alla ricerca di soluzioni tecnologiche e apparecchiature che possano supportare le attività di Protezione Civile, come l’utilizzo di motopompe e sistemi di illuminazione.

“Progetto Falco”, l’ultimo arrivo in casa Mistral

Un SAPR (Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto), comunemente chiamato Drone. Questa tecnologia trova spazio in molte applicazioni; una delle più importanti è l’ispezione di aree critiche o danneggiate consentendo una visuale a 360°, permettendo allo stesso tempo all’operatore di operare completamente in sicurezza. Di notevole importanza è il suo utilizzo anche durante la ricerca di persone in zone impervie, permettendo così di velocizzare i controlli.

Il progetto, avviato da poco e seguito da un team di volontari, è in continua evoluzione per aggiungere e migliorare le applicazioni di utilizzo. Successivamente a diverse esercitazioni è già stata compiuta una prima missione operativa insieme all’Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile dell’Emilia Romagna.

Il Sistema è in grado di trasmettere in tempo reale le immagini cosicché i tecnici o le centrali operative siano in grado di effettuare valutazioni e dare istruzioni al Pilota. Il Progetto, ritenuto molto valido e seguito in tutti i suoi passi dal Direttivo, è nato grazie all’iniziativa di un volontario, che, oltre a mettere a disposizione dell’Associazione un drone, ha anche approfondito e studiato la complessa normativa attualmente in vigore.

I media evidenziano sempre più quanto sia diffuso l’utilizzo non regolamentato dei droni; è bene quindi precisare che il drone in questione è regolarmente registrato, è riconosciuto presso l’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ed è regolarmente assicurato. Anche l’operatore è registrato ed abbinato al relativo aeromobile, in modo da rispettare tutte le normative per la circolazione aerea. Inoltre, prima di ogni missione, viene ampiamente studiata la zona operativa in modo da comprendere se è possibile il volo in sicurezza in modo autonomo o è necessario richiedere apposita autorizzazione.

 

Caricamento...